Ivan Salvade’

Il mio punto di vista su Virtualizzazione, Sicurezza, Messaggistica, Network Management…

  • Ivan

    248418_467427256623661_1655875885_n.jpg
  • Abbonati

  •  

    novembre 2017
    L M M G V S D
    « gen    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Tag Cloud

Precisazioni sul licensing della suite System Center 2012

Scritto da Ivan Salvade' il 24 marzo 2013

Per mia personale scelta, non approfondisco mai troppo il licensing dei prodotti Microsoft, per le seguenti motivazioni :

  • frequente complessità
  • frequenti diverse condizioni di licensing a seconda del tipo di contratto stabilito dall’azienda con Microsoft
  • documenti ufficiali Microsoft spesso non precisi, o riportanti solo una-due casistiche generali, senza cenni o esempi riguardanti casi particolari in cui potrebbero ritrovarsi certe aziende
  • vendor di licenze Microsoft che spesso danno informazioni di Licensing in contrasto l’un con l’altro

A questo punto, mi sono sempre riproposto di approfondire veramente il licensing Microsoft solo se “obbligato” a farlo, per esempio quando ho la responsabilità di un progetto per un cliente, che mi chiede l’approfondimento, oltre che della parte tecnica, anche della parte relativa ai costi di implementazione.

Poi capita che, durante corsi o seminari vari, si instaurino discussioni che fanno sorgere dubbi e/o perplessità ai partecipanti, e anche a me stesso :-) , devo dire…

Uno degli ultimi dubbi si è creato riguardo la suite di prodotti System Center 2012.  Allora mi sono sentito in dovere di approfondire i concetti, e cercherò ora di illustrarvi le conclusioni con parole semplici (e non in geroglifico, come spesso capita sui documenti MS) e con qualche esempio pratico.

Concetti fondamentali del Licensing della Suite System Center 2012 SP1

Il Licensing della Suite è suddiviso in due parti : “Server Management Licensing” e “Client Management Licensing”.

Di seguito nell’articolo, utilizzerò le seguenti terminologie :

“Server ML” : Server Management Licensing

“Client ML” : Client management Licensing

“Server OSE” : Server Operating System Environment, cioè sistema operativo server (es. Windows Server 2008 R2)

“PSOSE” : Physical Server Operating System Environment, cioè sistema operativo server (es. Windows Server 2008 R2) installato su un host fisico

“VSOSE” : Virtual Server Operating System Environment, cioè sistema operativo server virtualizzato (es. Windows Server 2008 R2) installato in una macchina virtuale

“Client OSE” : Client Operating System Environment, cioè sistema operativo client (es. Windows 7)

Server Management Licensing (Server ML)

  1. Sono richieste licenze “Server ML” solo per i “server gestiti” di tipo PSOSE o VSOSE : vuol dire che non si pagano licenze “Server ML” per i server dove si installano i componenti della suite, ma solo per i server che vorremo gestire attraverso la suite System Center.   (N.B. : se i server con le applicazioni System Center sono a loro volta “server gestiti”, allora per essi sono necessari le licenze “Server ML”)
  2. Le licenze “Server ML” sono disponibili in due edizioni : “Standard” e “Datacenter”.  Entrambe danno diritto ad utilizzare tutti i componenti della suite, e differiscono solo per il numero di “VSOSE” che permettono di gestire.  La Standard permette di gestire fino a 2 “VSOSE”, la Datacenter illimitati “VSOSE”
  3. E’ sempre compresa nel prezzo la licenza che dà diritto ad eseguire un’istanza di SQL Server Standard, purchè questa supporti unicamente i prodotti della suite System Center.   Se si installano multiple istanze SQL su più server, sono tutte comprese nel prezzo (purchè siano sempre ad utilizzo esclusivo dei prodotti System Center)
  4. Le licenze “Server ML” sono “per processore”, con ogni licenza in grado di coprire fino a due processori fisici.  Cosa vuol dire?  Ecco alcuni esempi :
    • Per gestire 1 PSOSE bi-processore, occorre una licenza “Standard Server ML” oppure una licenza “Datacenter Server ML”
    • Per gestire 1 PSOSE quadri-processore, occorono due licenze “Standard Server ML” oppure due licenze “Datacenter Server ML”
    • Per gestire 5 PSOSE bi-processore, occorrono cinque licenze “Standard Server ML” oppure cinque licenze “Datacenter Server ML”
    • Per gestire 5 PSOSE quadri-processore, occorrono dieci licenze “Standard Server ML” oppure dieci licenze “Datacenter Server ML”
  5. In base al precedente punto 4, sembrerebbe quindi che sia sempre conveniente comprare le “Standard Server ML” (che effettivamente costano meno delle “Datacenter Server ML”).  In realtà non è sempre così.  Nel punto 4 si è parlato solo della gestione di server fisici (PSOSE), e qui la regola è abbastanza semplice : su ogni PSOSE, si conta il numero dei processori, si divide per due, si arrotonda per eccesso (per es. se il numero risultante è dispari) e si ottiene il numero di licenze “Server ML” necessarie per quel server (Standard o Datacenter, in questo caso, non fa differenza).  Ora, dal punto 6, parliamo anche della gestione di server virtualizzati (VSOSE) sopra uno o più host fisici
  6. Come detto al punto 2, una licenza “Standard Server ML”, assegnata ad un PSOSE, permette di coprire la gestione di 2 VSOSE (virtualizzati su quel PSOSE).  Invece, una licenza “Datacenter Server ML”, assegnata ad un PSOSE, permette di coprire la gestione di infiniti VSOSE (virtualizzati su quel PSOSE).
  7. “Standard Server ML” : per calcolare quante ne servono per coprire la gestione di un PSOSE + n VSOSE, usare una delle seguenti regole :
    • Se il PSOSE è utilizzato per eseguire software e servizi di virtualizzazione e anche per altri scopi, contare il numero di processori fisici del PSOSE e il numero di VSOSE presenti : tra i due conteggi, tenere buono il più alto e dividere per due : quello è il numero di “Standard Server ML” necessarie per quel PSOSE
    • Se il PSOSE è utilizzato solo per eseguire software e servizi di virtualizzazione, contare solo il numero di VSOSE presenti, e dividere per due : quello è il numero di “Standard Server ML” necessarie per quel PSOSE
    • Esempio :
    • se abbiamo 16 PSOSE quadri-processore, usati come server di virtualizzazione + altri scopi, ognuno con 12 VSOSE, eseguo i seguenti conteggi :
      • numero totale di processori : 16 X 4 = 64
      • numero totale di VSOSE : 16 X 12 = 192
      • tra i due conteggi, il più alto è il numero di VSOSE (192)
      • divido per due e ottengo il numero di “Standard Server ML” necessarie : 192 / 2 = 96
  8. “Datacenter Server ML” : per calcolare quante ne servono per coprire la gestione di PSOSE + VSOSE, contare semplicemente il numero di processori presenti sul/sui PSOSE
    • Esempio :
    • se abbiamo 16 PSOSE quadri-processore, usati come server di virtualizzazione + altri scopi, ognuno con 12 VSOSE, eseguo il seguente conteggio :
      • numero totale di processori : 16 X 4 = 64
      • divido per due e ottengo il numero di “Datacenter Server ML” necessarie : 64 / 2 = 32
  9. Confrontando gli esempi dei punti 6 e 7, si nota come in questo caso il numero di licenze Datacenter richiesto sia notevolmente inferiore (e di conseguenza pure il costo totale)

La seguente tabella esemplificativa potrà essere utile per rapidi calcoli :

tab.jpg      Clicca per ingrandire

Client Management Licensing (Client ML)

  1. Sono richieste “Client ML” per ogni dispositivo gestito che sia un “Client OSE” (es. Windows XP, Windows 7…)
  2. Ci sono 3 tipi di “Client ML” disponibili :
    • System Center 2012 Configuration Manager Client ML
      • copre (per user o per OSE) gli agent di Configuration Manager e Virtual Machine Manager
    • System Center 2012 Endpoint Protection Client Subscription License (SL)
      • copre la sottoscrizione (per user o per device) agli aggiornamenti antimalware di Endpoint Protection
    • System Center 2012 Client Management Suite Client ML
      • copre (per user o per OSE) gli agent di Service Manager, Operations Manager, Data Protection Manager, Orchestrator
  3. E’ possibile utilizzare la “Core CAL Suite” :
    • comprende “System Center 2012 Configuration Manager Client ML” e “System Center 2012 Endpoint Protection Client Subscription License (SL)”
  4. E’ possibile utilizzare la “Enterprise CAL Suite” :
    • comprende tutti i tre tipi di System Center 2012 Client MLs
  • Share/Bookmark

Pubblicato in System Center, System Center Configuration Manager 2012, System Center Data Protection Manager 2012, System Center Operations Manager 2012, System Center Virtual Machine Manager 2012 | 1 Commento »

Roadmap dei prodotti Microsoft : aggiornamento Luglio 2012

Scritto da Ivan Salvade' il 9 luglio 2012

Le maggiori novità di Luglio sono ancora su Windows 8 e Windows Server 2012.

E’ stata annunciato che, per entrambi, la versione RTM sarà pronta già per la prima settimana di agosto, quindi in anticipo rispetto alle previsioni.

I primi a ricevere la versione RTM saranno ovviamente OEM e System Builders.

La GA (General Availability) al pubblico è prevista invece per settembre, attraverso diversi canali di vendita.

Windows Server 2012

Sono state annunciate anche le edizioni che saranno disponibili per Windows Server 2012.

Saranno solo 4 : Datacenter, Standard, Essentials, Foundation.

La notizia principale è quindi il ritiro dell’edizione “Enterprise”, finora sempre presente nelle piattaforme 2000, 2003 e 2008 : tutte le caratteristiche della Enterprise Edition saranno ora incluse nella Standard Edition (compreso il Failover Cluster :-) ).

Oltre alla Enterprise, saranno ritirate anche le edizioni “Web” e “HPC” : per gli utenti di HPC Edition, è disponibile dal 7 giugno 2012 un “HPC Pack” che permetterà di continuare ad utilizzare i tipici carichi di lavoro di un ambiente HPC.  Ecco il link per il download :

http://www.microsoft.com/en-us/download/details.aspx?displaylang=en&id=6535

Saranno dismesse anche le piattaforme “Small Business Server” (SBS) e “Home Server” (WHS) : SBS 2011 sarà quindi l’ultimo della serie!  Secondo Microsoft, le piccole aziende sceglieranno sempre di più l’adozione di soluzioni cloud per appoggiare i propri servizi di posta, backup e gestione documenti : quindi SBS tenderebbe a subire un drastico calo di vendite.  SBS 2011 rimarrà comunque acquistabile tramite canale OEM fino al 31 dicembre 2013 e tramite tutti gli altri canali di vendita fino al 30 giugno 2013.

Il sostituto di SBS sarà Windows Server 2012 Essentials Edition : avrà un limite di 25 utenti ed un costo (per ora indicato solo in dollari) di $ 425. 

Windows Server 2012 Essentials conterrà un setup molto facilitato, una gestione semplificata dello storage, del backup e del recupero da cancellazioni accidentali di files, la tecnica “Anywhere Access” per garantire un collegamento costante alle applicazioni anche da remoto, un monitoraggio integrato di sè stesso e dei client Windows 7, Windows 8 e MAC OS X della rete.

Chi possiede SBS 2011 con Software Assurance, avrà diritto ad una licenza di Windows Server 2012 Standard e ad una di Exchange 2010 Standard.  Non sarà più disponibile il Premium Add-On di SBS 2011.

In definitiva, ecco le caratteristiche fondamentali delle 4 edizioni di Windows Server 2012 :

Datacenter Edition : contiene tutte le features, illimitate istanze virtuali, modello di licensing “per processore + CAL”, costo di circa $ 4800

Standard Edition : contiene tutte le features, due istanze virtuali, modello di licensing “per processore + CAL”, costo di circa $ 880

Essentials Edition : features limitate e supporto fino a 2 processori, modello di licensing “per server con limite a 25 utenti, CAL non richieste”, costo di circa $ 425

Foundation Edition : features limitate e supporto per un solo processore, modello di licensing “per server con limite a 15 utenti, CAL non richieste”, disponibile solo tramite canale di vendita OEM

Ecco il link per il download di un datasheet maggiormente esplicativo del nuovo modello di licensing :

http://download.microsoft.com/download/0/4/B/04BD0EB1-42FE-488B-919F-3981EF9B2101/WS2012_Licensing-Pricing_Datasheet.pdf

Buona consultazione….

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Generale, Windows Server 2012 | Nessun commento »

I Datacenter di Microsoft…. in video…

Scritto da Ivan Salvade' il 27 luglio 2011

Microsoft ha appena rilasciato un video-tour dei propri Datacenter globali : il video ci illustra come Microsoft stia investendo continuamente per migliorare la propria infrastruttura di Datacenter, garantendo ad essa migliori scalabilità, performance, sicurezza ed efficienza. 

Questa infrastruttura, globalmente distribuita, rappresenta il Cloud con cui Microsoft elargisce alla propria clientela centinaia di servizi online, tra cui Windows Azure, Office 365, Bing, Windows Live, MSN, Hotmail e altri ancora.

Ecco il link diretto al video :

http://www.globalfoundationservices.com/infrastructure/videos.html

Ulteriori informazioni sulle best practices seguite da Microsoft per la realizzazione e gestione del proprio Datacenter, raccolte in oppurtune white papers e link ad alcuni blog, le potete trovare qui :

 http://www.globalfoundationservices.com

Buon divertimento!! :-)

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Generale | Nessun commento »

 
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok